2016-07-21-16-27-20

Mattinata al mare con i bimbi, cosa portare? Molto dipenderà dal tempo da trascorrere in spiaggia (si pranza in spiaggia oppure si rientra a casa?) e dalla tipologia di spiaggia scelta (lido privato oppure spiaggia libera?). Nell’immagine in evidenza vi mostro il contenuto della mia borsa mare, io ho al seguito due bimbi di 5 e due anni e di solito trascorro al mare non più di 3 ore consecutive, alloggiamo in una casa praticamente sulla spiaggia e siamo soliti pranzare a casa. Oltre alla borsa che vedete ci portiamo dietro un piccola borsetta-frigo con acqua e frutta per una merenda veloce e per quanto riguarda la borsa con tutti i giochini del mare abbiamo la fortuna e la possibilità di lasciarla direttamente al mare (e come dice puffo quattrocchi “che è meglio!”).

COSA PORTO AL MARE:

  • La borsa. E’ una vecchia ma comodissima borsa acquistata qualche anno fa in un negozio di articoli sportivi della “Best Company”. E’ in tela plastificata, molto capiente, leggera e impermeabile.
  • Pochette solari. Come pochette per custodire i solari ho scelto questa di “Derriere la porte” che oltre ad essere proprio carina è anche isotermica così da proteggere i prodotti dal caldo. All’interno ci sono tutti i prodotti che mi porto in spiaggia per me e i bimbi, più una spazzola per capelli.
  • Bustina Ikea. Nella bustina di nylon dell’Ikea metto i costumini per i miei bimbi che cambiano spesso visto che non amano avere il costume bagnato.
  • Sacchetto Carpisa. Il piccolo fagottino fuxia che vedete in realtà è un sacchettino impermeabile di Carpisa ideato per contenere costumi o indumenti bagnato.
  • Pochette trasparente Incidece. Questa busta trasparente è un acquisto recente di cui sono davvero soddisfatta! Era da tempo che cercavo un modo sicuro per portare con me il mio amato Kindle al mare senza rischiare di danneggiarlo, essendo poi abbastanza grande( ma piatta e leggera) è perfetta anche per contenere riviste o libri cartacei. Posso portarmi da leggere non mi ritrovo più con le riviste ridotte in poltiglia a causa di creme o indumenti umidi presenti all’interno della borsa del mare.
  • Bustina Naj Oleari. Per me nata negli anni ’80 il marchio Naj oleari rappresenta un vero tuffo del passato, ricordo perfettamente le splendide “cartelle” delle mie sorelle maggiori che andavano tantissimo all’epoca. Questa che posseggo è una semplice bustina in similpelle saffiano stampata dove ripongo cellulare, contanti e fazzoletti di carta.
  • Borsina cambio Bebejou. Ho parlato in passato di questa utile borsa per il cambio per le mie passeggiate al parco con Giancarlo, oggi, visto che l’operazione “spannolinamento”procede nel migliore dei modi, la uso semplicemente per contenere le salviettine umide e un pannetto di lino bianco. Le salviette sono utili per ogni evenienza e per le emergenze “occhi che bruciano” ho sempre con me uno spruzzino di acqua dolce e un pannetto di lino asciutto e pulito.
  • Teli mare. Come teli per il mare preferisco usare quelli in microfibra più leggerie meno ingombranti di quelli classici in spugna. Di solito ne porto con me uno per ogni membro della mia famiglia più un pareo in cotone jolly. Come potete vedere in foto faccio in modo di piegarli in piccoli” rettangoli” e li tengo insieme con un elastico ( in questo caso si tratta di un accessorio per capelli!). Sarò strana (mia sorella quando eseguo questa operazione mi guarda sconvolta!) ma non sopporto gli asciugamani che perdendo la piega finiscono per prendere possesso di tutto lo spazio in borsa rendendo impossibile individuare il resto.
  • Pinze. Le pinze mi sono state regalate da mia madre,le adopero per assicurare i teli alle sedie oppure ai lettini, utilissime in caso di vento, provare per credere!

2016-07-21-16-25-55

 

2016-07-21-16-24-37

 

2016-07-17-16-34-12

 

Questo è il contenuto e l’organizzazione della mia borsa mare. Spero di esservi stata utile ciao e alla prossima!

 

 

 


Home style&OrganizationKids&Family Life
Author: Viviana

Get Connected