2016-07-07-22-44-52

Il momento tanto temuto è arrivato! Si parte per le vacanze estive e bisogna preparare le valigie…Ogni volta che penso alla preparazione di quanto “necessario” per la partenza mi viene in mente qualche scena di un film di Fantozzi con le auto assurdamente cariche incolonnate in autostrada e una temperatura di 45° all’ombra.

Oggi le cose sono molto diverse non si parla più di un vero e proprio esodo estivo con le città svuotate, si parte per il week-end, per una o due settimane o poco più. Di conseguenza si preferisce partire più leggeri scegliendo con cura cosa portare e cosa no per non caricarsi di oggetti che puntualmente si rivelano del tutto inutili, ma spesso nonostante i buoni propositi si tende ad esagerare. Anche io negli anni scorsi mi sono ritrovata a portare davvero troppa roba ma con il crescere della famiglia ho dovuto cambiare completamente registro e oggi porto con me solo ciò che serve davvero alla mia famiglia.

Prima di partire compilo una lista dettagliata di cosa portare e nel compilarla mi aiuta moltissimo rispondere alle domande: “Chi? Come? Dove? Quando? Per quanto?.

Chi? “In quanti partiamo?” “Come si compone la nostra famiglia?”. Ovviamente bisogna avere presente il numero di persone coinvolte, se ci sono animali domestici, la presenza o meno di figli, di genitori anziani ecc. In passato prima della nascita dei bimbi io e mio marito preferivamo portare ognuno la propria valigia, oggi con i bambini prepariamo una valigia per noi e una per i bambini, uno di noi si occupa di trainare le valigie e l’altro si occupa di tenere per mano i bimbi cosa impossibile con troppe borse dietro.

Dove? Bisogna tenere presente la destinazione delle vacanze per scegliere al meglio cosa portare. Montagna? Mare? Quale sarà il clima? In Italia? All’estero? In appartamento? In albergo? In un villaggio vacanze? Per la montagna e per il mare si prevede ovviamente un abbigliamento differente in base non solo al clima ma anche alle attività peculiari da svolgere. Se si resta in Italia sarà più semplice trovare una serie di medicinali, cibi ecc. che all’estero e per questo motivo si può decidere di acquistarli, eventualmente, in loco. Se si sceglie l’albergo di solito bisogna prevedere una serie di abiti maggiore perchè non si dispone di una lavatrice e spesso il servizio lavanderia risulta molto costoso. In alcuni appartamenti non sarà necessario portarsi dietro la biancheria letto e bagno e in altri invece si. Ci sono molti villaggi dove è possibile fare una serie di attività sportive per le quali è necessario portarsi dietro l’attrezzatura, in altri invece è tutto fornito dall’organizzazione. Se si opta per una crociera bisogna prevedere una serie di abiti eleganti perchè di solito si organizzano eventi formali , se invece si sceglie un campeggio è necessario privilegiare un abbigliamento casual e comodo.

Come? Con quale mezzo di trasporto si raggiungerà la meta estiva? In auto? In aereo? In nave? Le compagnie aeree hanno regole precise circa il peso dei bagagli che è possibile portare con se senza incorrere in un sovrapprezzo. In auto abbiamo a disposizione il portabagagli, in nave per una traversata notturna bisogna prevedere una valigia in più per le necessità della famiglia in quanto non è possibile, una volta partita la nave, raggiungere il parcheggio auto di bordo.

Per quanto? Infine, naturalmente,  è necessario tenere conto la durata complessiva delle vacanze e se ci saranno spostamenti da un luogo all’altro.

Molti di questi suggerimenti risulteranno ovvi ma parlo per esperienza personale, spesso nel preparare le valigie ci si limita a portarsi dietro l’intero appartamento della serie ” non si sa mai” e poi ci si ritrova al rientro avvilite con una montagna di roba (spesso neanche usata!) che deve essere lavata, stirata e nuovamente sistemata!

Questa è la teoria alla base della scelta su cosa portare, un volta deciso passo alla pratica e per questo aspetto ciò che mi ha rivoluzionato la preparazione della valigie è l’uso di una serie di sacche da viaggio che mi aiutano a tenere in ordine la valigia alla partenza, una volta a destinazione e anche per il rientro! Uso da anni vari set di sacche in nylon di Ikea comodi ed economici, come vedete in foto il set comprende cinque sacche di diverse dimensioni che utilizzo per riporre gli indumenti. Prevedo colori diversi peri vari membri della famiglia  e ciascuna sacca ospita una determinata categoria di indumenti come: intimo, abbigliamento mare, biancheria ecc. Le sacche sono trasparenti in superficie e mi consentono di sapere cosa è dove in un solo colpo d’occhio. Una volta in valigia questa soluzione risulta essere anche salva spazio visto che il tutto resta ben piegato, protetto e soprattutto più compatto. Per brevi vacanze spesso lascio tutto in valigia e non mi prendo la briga di disfarla e rifarla nuovamente risparmiando tempo e fatica. Insomma vi invito ad utilizzarle vedrete la comodità!

2016-07-07-22-29-12

 

2016-07-07-22-37-11

Spero di esservi stata in qualche modo utile, grazie e alla prossima!

 


Home style&OrganizationKids&Family Life
Author: Viviana

Get Connected